La trasparenza amministrativa – dimissioni

La trasparenza amministrativa – dimissioni

Sintesi: legittimo diniegare l’accesso civico generalizzato all’atto con il quale un dipendente pubblico aveva rassegnato le proprie dimissioni.

Il Garante è intervenuto in relazione al caso della presentazione di un’istanza diaccesso civico generalizzato all’atto con il quale un dipendente comunale aveva ras-segnato le proprie dimissioni, ritenendo corretto il rifiuto dell’amministrazione. Ciòin quanto i documenti richiesti contenevano dati e informazioni personali (oltre alnominativo e all’incarico ricoperto dal dipendente, anche la descrizione dei motividi carattere strettamente personale che lo avevano indotto a rassegnare le dimis-sioni), con la conseguenza che la relativa ostensione poteva causare un pregiudizioconcreto alla protezione dei dati personali dell’interessato. Nel caso esaminato,peraltro, non era possibile accordare neanche un accesso parziale ai documenti inquestione, in quanto l’eventuale oscuramento del nominativo dell’interessato nonavrebbe eliminato completamente la possibilità di sua re-identificazione, anche daparte di terzi, alla luce della complessiva vicenda descritta e delle ulteriori informa-zioni contenute nel documento di cui è stata negata l’ostensione (parere 15 febbraio2018, n. 75, doc. web n. 8125663).

Dalla Relazione del Garante Privacy 2018

wemapprivacy

wemapprivacy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti