La trasparenza amministrativa – pubblicazione online delle progressioni economiche orizzontali

La trasparenza amministrativa – pubblicazione online delle progressioni economiche orizzontali

Sintesi: non è possibile pubblicare online e/o concedere l’accesso civico a graduatorie per le prograssioni economiche poiché riferiti ai singoli dipendenti e che potrebbe «esporre gli interessati a difficoltà relazionali con i colleghi di lavoro» e «creare ingiustificati pregiudizi da parte degli utenti esterni che venissero a contatto con gli stessi nell´esercizio delle loro funzioni».

Il Garante ha avuto occasione di pronunciarsi anche in relazione all’accessocivico a graduatorie per le progressioni economiche orizzontali di dipendenti di unaCamera di commercio recanti i punteggi attribuiti. Nel caso di specie, l’ente avevaaccolto parzialmente la richiesta di accesso civico autorizzando la trasmissione deldocumento, oscurando però i nominativi (nonché gli eventuali altri elementi diidentificazione, anche indiretta) degli interessati. A fronte della richiesta di riesamevolta ottenere l’ostensione integrale del documento, è stata ritenuta la conformitàdelle modalità con cui la Camera di commercio aveva accordato l’accesso civico par-ziale alla graduatoria richiesta rispetto alla disciplina in materia di protezione deidati, in quanto le informazioni personali ivi contenute erano state oscurate. Il rico-noscimento di un eventuale accesso civico ai dati personali dei dipendenti contenutinella citata graduatoria, infatti, unita alla generale conoscenza e al particolare regimedi pubblicità dei dati oggetto di accesso civico, avrebbe potuto arrecare agli interes-sati, a seconda delle ipotesi e del contesto in cui i dati e le informazioni fornite pos-sono essere utilizzate da terzi, proprio quel pregiudizio concreto alla tutela della pro-tezione dei dati personali previsto dall’art. 5-bis, comma 2, lett. a), d.lgs. n.33/2013. Ciò tenendo conto anche di quanto evidenziato dall’amministrazione,secondo la quale un eventuale accesso ai dati personali richiesti, poiché riferiti ai sin-goli dipendenti, poteva esporli a difficoltà relazionali con i colleghi di lavoro e creareingiustificati pregiudizi da parte degli utenti esterni che venissero a contatto con glistessi nell’esercizio delle loro funzioni (parere 8 marzo 2018, n. 142, doc. web n.8684742).

In un altro caso, il Garante ha concordato con la decisione di un Consiglio regio-nale con la quale era stata respinta la richiesta di accesso alla documentazione fun-zionale all’approvazione di una graduatoria per la progressione economica del pro-prio personale (parere 18 aprile 2018, n. 231, doc. web n. 8983308). Ciò conside-rando la tipologia e la natura dei dati e delle informazioni personali oggetto dell’istanza di accesso civico nel caso in esame, attinenti peraltro anche a profili di detta-glio della vita lavorativa e della moralità di dipendenti pubblici partecipanti alla sele-zione interna all’amministrazione finalizzata alla progressione della categoria econo-mica, la cui ostensione poteva comportare ripercussioni negative per gli interessati,anche sul piano relazionale e professionale, sia all’interno dell’ambiente lavorativoche all’esterno (ad es., per prospettive di impiego cui gli interessati potrebbero aspi-rare al di fuori dell’amministrazione, oppure per la possibile esposizione a condottecensurabili quali minacce, intimidazioni, ritorsioni o turbative al regolare svolgi-mento delle funzioni pubbliche o delle attività di pubblico interesse esercitate).Inoltre, è stato ritenuto che il medesimo Consiglio aveva correttamente respintoanche un eventuale accesso civico parziale a documenti richiesti con oscuramentodei dati personali, in quanto, dal complesso delle informazioni e delle vicende iviriportate, gli interessati avrebbero potuto essere facilmente re-identificati, anche daterzi operanti nella medesima amministrazione.

Dalla Relazione del Garante Privacy 2018

wemapprivacy

wemapprivacy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti